MAGENTA NOSTRA - Gennaio | Febbraio 2020

1 MAGENTA NOSTRA ANNO XXIX - N. 1 - GENNAIO/FEBBRAIO 2020 Direz. Redazione: 20013 Magenta - via 4 Giugno 80 tel./fax 02 97291515 INTERNET: www.prolocomagenta.org E-MAIL: info@prolocomagenta.org Direttore responsabile: Oliviero Trezzi Aut. Trib. Milano n. 602 del 9-11-’92 Stampa: dodicimila copie - mensile Punti di distribuzione: L’Edicola del cortile di Carlo Oldani, via S. Caterina 31/33 - Circolo Daniele, Pontevecchio - Panificio Franchino, via Novara, 33 - Mazzucchelli, via Mentana, 11 - Il Segnalibro, via Roma, 87 - La Memoria del Mondo, Galleria dei Portici - Foto Cattaneo, via del Carso, 33 - Cartoleria Arte Mia, via Dante, 29 - Biblioteca Comunale, via Fornaroli - Giornalaio Boschetti (IPER) - Ist. Madri Canossiane - Caffè dei Portici, via Mazzini - Bar The Rose, via Pusterla - Casa di riposo don Cuni - Cicli Chiodini, via Melzi - Bersaglieri, via Matteotti - Alpini, via Milano - Circolo Banda Civica, via Melzi - CinemateatroNuovo - Teatro Lirico - Cartoleria Posteria, via Garibaldi, 12 - Caffè Maino, Piazza Liberazione - Edicola del Borgo, via De Medici, 4 Pontenuovo, Bar Sivas Galleria Giardini. GLI AVVENIMENTI DI PRO LOCO MAGENTA ANCHE SU Il numero ‘doppio’ di gennaio-febbraio di questo giornale è tradizionalmente dedicato a evidenziare tutte le iniziative che caratte- rizzeranno l’anno nuovo (oramai ben adden- trato). Ma non si possono ignorare, seppure in succinta sintesi le molte cose (forse persi- no troppo) avvenute dall’ultimo numero di Magenta Nostra. Quell’ultimo numero dello scorso anno è stato in gran parte dedicato al San Martino d’Oro 2019, che in realtà erano due: Renato Confalonieri e Rodolfo Re (in rigoroso ordine alfabetico) perché tutti noi li abbiamo sempre ‘visti’ come una sorta di ‘gemelli siamesi’, operare insieme ed in si- nergia sulla scala di una lunga esistenza di impegno sociale e culturale… Poi c’era anche l’annuncio delle molte ini- ziative del Natale a Magenta anche se -al momento della stampa del giornale- erano ancora per buona parte in gestazione. Infine è arrivato il Natale e le molte iniziative messe in campo anche quest’anno, e questa volta forse in numero ancor più copioso, tanto che ora faccio fatica a ricordarle senza dimenti- carne qualcuna. Anzi confesso che, per so- lito attento ai calendari delle varie iniziative, Al consueto rito delle firme: Antonella Piras , Presidente Totem, Margherita Miramonti , primo violino, Chiara Calati , Sindaco di Magenta , m° Mario Martos Nieto , tromba solista, m° Marco Seco , direttore, il Console d’Austria, Clemens Mantl e consorte, Pietro Pierettori , Presidente Pro Loco, il Direttore del Coro della Scala, m° Bruno Casoni e il m° Giuseppe Miramonti . stavolta me ne sono perse alcune, anche tra quelle che mi hanno descritto poi come par- ticolarmente ‘spettacolari’… Pazienza, in fondo quel che conta è creare (e riuscire a percepire) il clima ‘giusto’. E alcune iniziative, su di me almeno, hanno avuto un effetto particolare: il presepio in piazza, per esempio. Così simile a quello che ritagliavo io -anni e anni, molti anni fa- dalle pagine del Corrierino dei Piccoli, poi incollavo sul car- toncino ed ambientavo sul ‘buffè’ della sala da pranzo (lontano da quello che preparava mio papà …in genere spettacoloso; magari non come quelli che anche quest’anno l’as- sociazione “Stella cometa” ha presentato in via Roma, ma a suo modo fascinoso) per non entrare in una competizione fatalmente per me perdente. Ma quello di carta era ‘il mio’, e questo mi riempiva d’orgoglio, e andavo avanti giorni e giorni spostando un pastore, avvicinando una pecorella…in attesa dell’ar- rivo ‘del bambin’. Babbo Natale non c’era! E anche questo mi data! Seconda emozione ‘la piva’. Mio papà - quand’ero piccolo piccolo e abitavo dove sono nato, cioè dove ora c’è la Casa di Acco- glienza, suonava il clarino e girava con qual- che compagno, la notte del 24 dicembre a suonare ‘la piva’ per le strade della città. Poi rientravano oramai quasi mattina e conclu- devano suonandola a casa mia. E da allora per me Natale è sentire ‘il bandino’ inondare la notte con le nenie natalizie. Ora son for- tunato: abito a cento metri dalla sede della ‘Banda vecchia’ e quando in piena notte del 24 dicembre s’avviano - ovviamente suonan- do - per perpetuare quella tradizione…mi ri- portano indietro di …ant’anni! Ed è per me Natale!. Ma ora basta, guardiamo avanti: la stagione musicale è partita sabato 25 genna- io, quella teatrale - sempre del Teatro Lirico- addirittura il 16. E spesso - e questo è bellissi- mo - è per molti degli appuntamenti già sold out! Poi ci sono già state tante altre iniziative: quelle legate al giorno della memoria ed altre ancora che ci saranno e che troverete elen- cate all’interno, quelle almeno di cui siamo riusciti ad avere notizia… I’inverno non è poi così grigio, almeno a Ma- genta le occasioni per consolarsi al calore di qualche momento di socializzazione certo non mancano. Oliviero Trezzi

RkJQdWJsaXNoZXIy OTE3NQ==